Il “tempo vissuto” in campo psicologico e nella psicoterapia

Autori

  • Giuseppe Errico IPeRS Istituto di Psicologia e Ricerche Sociosanitarie

DOI:

https://doi.org/10.32069/PJ.2021.2.163

Parole chiave:

Cronodesi , tempo vissuto, coscienza interiore del tempo

Abstract

Per la seguente ricerca clinica, è stata fondamentale l’attenzione alla fenomenologia del tempo vissuto di Minkowski, alla coscienza interiore del tempo secondo Husserl e al tema della cronodesi di Piro che hanno una loro profonda ricaduta nella pratica clinica. Sono tre  i concetti (tempo vissuto, coscienza interiore del tempo e cronodesi) che hanno guidato le seguenti riflessioni per la prassi di cura. Può essere utile proporre al paziente una consapevole riflessione, attenta e critica, sul tempo vissuto durante il setting terapeutico riguardo al suo tempo di vita? E quali, tra gli aspetti temporali o distorsioni che figurano nella nostra esperienza interiore e nelle nostre rappresentazioni della realtà (quelle ingenue come quelle informate, inconsce, sconosciute o note), sono da considerarsi elementi utili a livello clinico rispetto alla realtà dolorosa che attraversiamo e al fine del raggiungimento di uno scopo curativo? Solitamente il paziente non si sofferma sui vissuti temporali che esperisce, li percepisce in maniera alternante, sulle parole utilizzate quando descrive l’accadimento temporale percepito. Le parole, quando sono usate “a caso”, in maniera pre-riflessiva, testimoniano la mancanza di un legame tra coscienza e vissuto emotivo. A livello generale la temporalità nella psicoterapia è pronunziabile, secondo Piro (2005), come immersione nelle successioni e gradi subepocali (tempo storico), come protensione inarrestabile al futuro e come telicità propria dei processi vitali, come forma possibile di comprensione dell’altro (comprensione per anticipazione), come passione del futuro.

Riferimenti bibliografici

Errico, G. (2022). Il tempo vissuto e l’atto di comprensione della sofferenza psichica. Phenomena Journal – Giornale Internazionale di Psicopatologia, Neuroscienze e Psicoterapia: V. 4 N. 1 (2022): Gennaio - Giugno 2022

Minkowski, E. (2004). Il tempo vissuto. Fenomenologia e psicopatologia. Torino: Einaudi.

Borgna, E. (2014). La solitudine dell’anima. Milano: Feltrinelli, 36.

Husserl, E. (1965). Idee per una fenomenologia pura e per una filosofia fenomenologica. Torino: Einaudi, 65-67.

Piro, S. (1997). Introduzione alle antropologie trasformazionali. Napoli: La città del sole.

Minkowski, E. (2017). Il problema del tempo vissuto. Milano: Mimesis, 94-95.

Masullo, A. (1995). Il tempo e la grazia. Per un’etica attiva della salvezza. Roma: Donzelli.

Sant’Agostino (1996). Le Confessioni. Milano: Mondadori, 127.

Rovelli, C. (2017). L’ordine del tempo. Milano: Adelphi, 25.

Einstein, A. (2002). Grundzüge der Relativitätstheorie. Berlin-Heidelberg: Springer-Verlag, 5.

Ariemma, T. (2006). Sensibilità del tempo: Henry e Derrida lettori delle Lezioni del 1905 di Husserl. Rivista di estetica, 33, 2 (https://doi.org/10.4000/estetica.4351).

Queneau, R. (1987). La domenica della vita. Torino: Einaudi, 132.

Husserl, E. (2007). Esperienza e giudizio. Ricerche sulla genealogia della logica redatte e edite da Ludwig Landgrebe. Milano: Bompiani, 429-431.

Galimberti, U. (2006). Psichiatria e fenomenologia. Milano: Feltrinelli, 191-192.

Husserl E. (2002). Per la fenomenologia della coscienza interna del tempo. Torino: Einaudi, vol. I, 61-63.

Van den Berg, J.H. (1961). Fenomenologia e psichiatria. Milano: Bompiani.

Piro. S. (2005). Trattato della ricerca diadromico-trasformazionale. Napoli: La città del sole, 160.

Piro, S. (1986). Trattato sulla psichiatria e le scienze umane, Vol. Iº: Euristica connessionale. Napoli: Idelson, 388-395.

Masullo, A. (1995). Il tempo e la grazia. Roma: Donzelli, 107.

Downloads

Pubblicato

26.10.2022

Come citare

Errico, G. (2022). Il “tempo vissuto” in campo psicologico e nella psicoterapia. Phenomena Journal - Giornale Internazionale Di Psicopatologia, Neuroscienze E Psicoterapia, 4(2), 17–30. https://doi.org/10.32069/PJ.2021.2.163

Fascicolo

Sezione

Psicopatologia fenomenologica