Autismo e qualità di vita della famiglia

  • Simona Locandro .

Abstract

L’autismo è una delle grandi questioni aperte degli ultimi decenni. L’impatto che esso produce sul soggetto che ne è affetto e sull’intero sistema familiare, sul tessuto sociale ed economico più ampio, l’incremento del numero di diagnosi, il moltiplicarsi degli interventi terapeutici e riabilitativi, hanno sempre più spinto la comunità scientifica verso questa tematica, che si interroga tanto sull’eziologia quanto sull’efficacia e l’efficienza dei trattamenti. Ciò ha permesso, ad oggi, una maggiore chiarezza rispetto agli interventi preferenziali. Ma se ciò si rivela veritiero nel caso dei trattamenti precoci o comunque focalizzati ad un target di soggetti appartenenti alle prime fasce di vita, meno lo è nel caso dei soggetti di età adulta.
In questo caso, infatti la letteratura è carente, nonostante l’esperienza clinica ci pone davanti a delle criticità non trascurabili.
Tali criticità ci spingono verso approcci integrati, che permettano di realizzare un piano di intervento più ampio, focalizzato sull’incremento della qualità della vita dell’intero sistema in cui è inserito il soggetto con autismo, nell’intero arco di vita.
La proposta qui avanzata è basata proprio su un approccio integrato che include: terapia cognitivo- comportamentale sul soggetto per lo sviluppo di abilità sociali e dell’autonomia personale e psicoterapia integrata alla famiglia. Nello specifico tale percorso terapeutico con i genitori include sessioni di parent- training e sessioni di psicoterapia ad indirizzo gestaltico alla coppia genitoriale. In questo modo si mira a fornire al nucleo familiare gli strumenti adeguati tanto per implementare lo sviluppo delle abilità del soggetto autistico e promuoverne la loro generalizzazione nei diversi contesti di vita, tanto per favorire la creazione di un contenitore sicuro all’interno della famiglia stessa. Uno spazio in cui il soggetto è riconosciuto nella sua dimensione personale e trova spazio per sperimentare le sue abilità, superando così la dimensione assistenzialistica che tanto pesa sulla qualità della vita dell’intero nucleo familiare.

Parole chiave: Autismo, Sistema familiare, Approcci integrati

Riferimenti bibliografici

American Psychiatric Association (2013). Diagnostic and Statistical Manual of Mental Disorders, Fifth Edition, DSM-5. Arlington, VA.

Kanner, L. (1943). Autistic disturbances of affective contact. Nervous child, 2(3), 217-250.

Asperger, H. (1944). Die “Autistischen Psychopathen” im Kindesalter. Archiv für Psychiatrie und Nervenkrankheiten 117: 76–136; translated and annotated as: Autistic psychopathy in childhood. Au- tism and Asperger Syndrome, 37-92.

Frith, U. (2008). L’autismo, spiegazione di un’enigma. Laterza, Roma-Bari.

American Psychiatric Association (2000). DSM IV-TR. Manuale diagnostico e statistico dei disturbi mentali. Masson, Milano.

Spagnuolo Lobb, M, Levi, N., Williams, A. (2021). Psicoterapia della Gestalt con i bambini: dal- l’epistemologia alla pratica clinica. Franco Angeli, Milano.

Vismara, L. A., & Rogers, S. J. (2010). Behavioral treatments in autism spectrum disorder: what do we know?. Annual review of clinical psychology, 6, 447-468.

Howlin, P., Cohen, S. B., & Hadwin, J. (1999). Teoria della mente e autismo. Insegnare a com- prendere gli stati psichici dell’altro. Edizioni Erickson.

Pickles, A., Le Couteur, A., Leadbitter, K., Salomone, E., Cole-Fletcher, R., Tobin, H., ... & Green, J. (2016). Parent-mediated social communication therapy for young children with autism (PACT): long-term follow-up of a randomised controlled trial. The Lancet, 388(10059), 2501-2509.

Cooper, J. O., Heron, T. E., Heward, W. L. (2006). Applied Behavior Analysis. Pearson, Londra. 11. Skinner, B. F. (1938). Il comportamento degli organismi: un’analisi sperimentale. Cambridge, Massachusetts: BF Skinner Foundation.

Skinner, B. F. (1953). Science and Human Behaviour. Glencoe, Free Press.

Fenske, E. C., Zalenski, S., Krantz P. J., Mc Clannahan, L. E. (1985). Age at intervention and tre- atment outcome for autistic children in a comprehensive intervention program. Analysis and Inter- vention in Developmental Disabilities, 43, 1.

Matson, J. L., Benavidez, D. A., Compton, L. S., Paclawskyj, T., & Baglio, C. (1996). Behavioral treatment of autistic persons: A review of research from 1980 to the present. Research in developmental disabilities, 17(6), 433-465.

Sallows, G. O., & Graupner, T. D. (2005). Intensive behavioral treatment for children with autism: Four-year outcome and predictors. American journal on mental retardation, 110(6), 417-438.

Ricci, C., Magaudda, C., Carradori, G., Bellifemine, D., & Romeo, A. (2014). Il manuale ABA- VB-Applied Behavior Analysis and Verbal Behavior: Fondamenti, tecniche e programmi di intervento. Edizioni Centro Studi Erickson.

Zanobini, M., Usai, M. (2008). Psicologia della disabilità e della riabilitazione. I soggetti, le re- lazioni, i contesti in prospettiva evolutiva. Franco Angeli, Milano.

Perls, F. S., Hefferline, R. F., & Goodman, P. (1951). Gestalt therapy: Excitement and growth in the human personality. Dell, New York.

Heidegger, M. (2011). Phanomenologie Des Religiosen Lebens. Klostermann, Francoforte.

Group, T. W. (1998). The World Health Organization quality of life assessment (WHOQOL): de- velopment and general psychometric properties. Social science & medicine, 46(12), 1569-1585.

Ingersoll, B., Straiton, D., & Caquias, N. R. (2020). The role of professional training experiences and manualized programs in ABA providers’ use of parent training with children with autism. Behavior Therapy, 51(4), 588-600.

Axelrod, M. I., & Santagata, M. L. (2021). Behavioral parent training. Applications of Behavior Analysis in Healthcare and Beyond, 135-154.

Brown, I., Neikrug, S., & Brown, R. I. (2000). Family quality of life survey. International Family Quality of Life Project. Australia, Canada, Israel.

Pubblicato
2021-12-02
Come citare
Locandro, S. (2021). Autismo e qualità di vita della famiglia. Phenomena Journal - Giornale Internazionale Di Psicopatologia, Neuroscienze E Psicoterapia, 3(2), 151 - 160. https://doi.org/10.32069/PJ.2021.2.143
Sezione
Ipotesi e metodi di studio