Il disturbo autistico ad alto funzionamento: criteri per un modello integrato

  • Flavia Morfini

Abstract

 

The autism studies show a greater degree of scientific evidence. They derive from Applied Behavioural Analysis (Aba) and Cognitive-Behavioural orientation. Gestalt therapy deals with autism recently. The concepts of Gestalt psychotherapy, including the concept of contact boundary, the principle of creative adaptation and the phenomenological perspective of the organism-environment field, are central to the characteristics of autism. These concepts are important, in particular for autism high functioning. Gestalt therapists deal with the value of spirituality in the treatment of people with autism. This is of strong scientific significance. Health includes, in fact, the physical, social, psychological and spiritual aspects as represented by OMS in the 2004 Promoting Mental Health document. The purpose of this work is to produce a contribution in the direction of comparison and integration. The aim is to lay the foundations for the creation of an integrated model for the treatment of high functioning autistic disorder. In order to implement this integration logic, based on the study of scientific data and my clinical experience, the active ingredients present in these three approaches will be identified (Aba, Cognitive-Behavioral Psychotherapy and Gestalt Psychotherapy). The development of a mix of active ingredients allows to obtain a greater control of the possible limits and side effects present in each orientation. The next step is to conduct the assessment through these integration criteria. For this purpose, areas of intervention will be identified in which the examination of the specific characteristics will be described.


Keywords
Autism, intervention, integration

Abstract in italiano

Gli studi sull’autismo che mostrano un maggior grado di evidenza scientifica derivano dall’Applied Behavioral Analysis (Aba) e dall’orientamento Cognitivo-Comportamentale. La psicoterapia della Gestalt ha iniziato ad occuparsi di autismo recentemente.

I concetti della psicoterapia della Gestalt, tra cui il concetto di confine di contatto, il principio di adattamento creativo e la prospettiva fenomenologica del campo organismo-ambiente, sono centrali per le caratteristiche dell’autismo e, in particolare, per la specificità dell’autismo ad alto funzionamento. Psicoterapeuti della Gestalt hanno, inoltre, evidenziato il valore della spiritualità nel trattamento delle persone con autismo. Ciò è di forte pregnanza scientifica in quanto la salute comprende gli aspetti fisici, sociali, psicologici e spirituali come rappresentato dall’Oms nel documento Promoting Mental Health del 2004. La finalità di questo lavoro è produrre un contributo nella direzione del confronto e dell’integrazione. L’obiettivo è porre le basi per la costituzione di un modello integrato per il trattamento del disturbo autistico ad alto funzionamento. Al fine di attuare tale logica d’integrazione, sulla base dello studio dei dati scientifici e della mia esperienza clinica, saranno identificati i principi attivi presenti in questi tre approcci (Aba, psicoterapia Cognitivo-Comportamentale e psicoterapia della Gestalt). La messa a punto di un mix di principi attivi consente di ottenere un maggior controllo dei possibili limiti ed effetti collaterali presenti in ciascun orientamento. Il passo successivo è la conduzione dell’assessment mediante questi criteri d’integrazione. A tale scopo, saranno individuate delle aree d’intervento in cui sarà descritto l’esame delle specifiche caratteristiche.

Parole chiave: autismo, intervento, integrazione

Riferimenti bibliografici

Cooper, J.O., Heron, T. E. & Haward, W.L. (2007). Applied behaviour analysis. Upper Saddle River, NJ, Pearson Merril Prentice Hall.

Skinner, B.F. (1938). The behaviour of organism: an experimental analysis. New York Appleton- Century.

Martin, G. & Pear, J. (2000). Strategie e tecniche per il cambiamento. Psicologia McGrall Hill.

Skinner, B.F. (1957). Verbal Behaviour. New York, Applenton-Century, Crofts.

Attwood, T. (2007). Guida complete alla sindrome di Asperger. Ediz. Edra (2018).

O’Neill, M., Jones, R. (1997). Sensory-perceptual abnormalities in autism: a case for more research? Journal of Autism and Developmental Disorders.

Pilone, M. (2000). Percezioni sensoriali nell’autismo e modelli cognitive. Centro Paolo VI.

Frith, U. & Happè, F. (1994). Autism: beyond theory of mind. Cognition 50.

Faggioli, R. & Lorenzo, J.S. (2014). Dentro l’autismo. FrancoAngeli.

Polster, E. & Polster, M. (1986). Terapia della Gestalt integrata: Profili di teoria e pratica. Giuffrè

Perls, F., Hefferline, R. F. & Goodman, P. (1971). Teoria e pratica della psicoterapia della Gestalt. Astrolabio Roma.

Ginger, S. & Ginger, A. (2004). La Gestalt. Terapia del «con-tatto» emotivo. Ediz. Mediterranee.

Narzisi, A. & Muratori, F. (2011). Riflessioni sulla dimensione spirituale dell’autismo: tra ipersensorialità e ridotta influenza dei priors cognitivi. FrancoAngeli.

Bogdashina, O. Autismo e spiritualità (2013). Giovanni Fioriti Editore (2016).

Pubblicato
2020-10-24
Come citare
Morfini, F. (2020). Il disturbo autistico ad alto funzionamento: criteri per un modello integrato. Phenomena Journal - Giornale Internazionale Di Psicopatologia, Neuroscienze E Psicoterapia, 2(2), 101 - 113. https://doi.org/10.32069/pj.2020.2.107
Sezione
Ipotesi e metodi di studio