Vai al Login or Registrare per inviare una proposta.

Lista di controllo per la predisposizione di una proposta

Durante la procedura di trasmissione di una proposta, gli autori devono verificare il rispetto dei seguenti requisiti; la submission potrebbe essere rifiutata se non aderisce a queste richieste.
  • La submission non è stata precedentemente pubblicata, né proposta a un'altra rivista (oppure si fornisce una spiegazione all'editor nei commenti).
  • Il file di submission è in un formato OpenOffice, Microsoft Word, RTF, o WordPerfect.
  • Dove possibile, sono stati fornite le URL dei riferimenti
  • Il testo ha spaziatura singola; usa un font 12 punti Times New Roman; impiega il corsivo invece della sottolineatura (eccetto con gli indirizzi URL); e tutte le illustrazioni, figure, e tabelle sono posizionate all'interno del testo nei punti appropriati, piuttosto che alla fine. Lunghezza massima dell'abtract (font 12 punti Times New Roman) 1.600 caratteri spazi inclusi. Lunghezza minima: 1.500 caratteri spazi inclusi. L'abstract va inserito sul testo sia in lingua inglese che in italiano.
  • Il testo aderisce alle richieste stilistiche e bibliografiche riassunte nelle linee guida dell'autore, che si trova nella pagina di informazioni sulla rivista.
  • Inserire parole chiave: minimo 3 massimo 6. In inglese e in italiano
  • L'autore nel momento in cui invia una proposta acconsente - in caso di giudizio positivo del direttore scientifico - alla pubblicazione del proprio articolo su Phenomena Journal, e dichiara di conoscere le norme del Creative Commons Attribution-NonCommercial 4.0 International License https://creativecommons.org/licenses/by-nc/4.0/deed.it
  • I formati accettati per le immagini e tabelle sono: pdf, jpg, tif, eps, ai. Tutti a 300 dpi.
  • Sezioni editoriali con double - blind peer review

Linee guida per gli autori

SEZIONI EDITORIALI 

 

Sezioni della rivista

  1. Editoriale

L'editoriale è l'articolo di apertura del giornale in cui il direttore o un autore molto esperto tratta un problema o un fatto di rilevante attualità.

  1. Ricerca Originale

Gli articoli di ricerca originali riportano di studi primari e non pubblicati e dovrebbero descrivere gli scopi e le ipotesi, i metodi, i risultati e l'interpretazione della ricerca. Gli articoli di ricerca originali possono comprendere anche la conferma di studi, nonché la conferma di risultati che consentono l'eliminazione delle ipotesi, la riformulazione e/o la relazione sulla non riproducibilità dei risultati precedentemente pubblicati. Gli articoli dovrebbero includere le seguenti sezioni: Introduzione, Materiali e metodi, Risultati, Discussione. Gli articoli di ricerca originali sono sottoposti a peer-review, hanno un numero massimo di parole pari a 12.000 e possono comprendere fino a 15 cifre / tabelle. Gli autori sono tenuti a pagare una tassa (articolo di tipo A) per pubblicare un articolo di ricerca originale.

  1. Breve rapporto di ricerca

I brevi rapporti di ricerca presentano ricerche originali che possono includere risultati preliminari/negativi o riportare la non riproducibilità dei risultati precedentemente pubblicati. Sono destinati a presentare uno studio in modo completo, ma con meno dettagli rispetto agli articoli della ricerca originale. In linea con la nostra etica che si prefigge di pubblicare tutte le scoperte scientificamente valide, questi articoli possono incoraggiare la presentazione e la pubblicazione di risultati “negativi”. I brevi rapporti di ricerca dovrebbero descrivere gli obiettivi, i metodi e i risultati dello studio e essere strutturati nel solito formato degli articoli di ricerca originali (Abstract, Introduzione, Metodo, Risultati, Discussione). I Brief Research Reports sono sottoposti a peer review, possono contenere un massimo di 2.000 parole (esclusi Abstract e riferimenti), possono includere fino a 2 Figure/Tabelle.

  1. Review sistematica

La revisione sistematica consiste in una sintesi di ricerche precedenti su un determinato argomento che utilizza metodi sistematici e chiaramente definiti per identificare, classificare, analizzare e riportare prove aggregate su un argomento specifico. Inclusi in questo tipo di articolo sono la meta-sintesi, la meta-analisi, la revisione sistematica e la revisione sistematica con una meta-analisi. La revisione sistematica deve affrontare una questione sostanziale importante nel campo e deve basarsi su solide basi empiriche di studi che sono stati condotti scientificamente. Inoltre, si prega di definire chiaramente la domanda di ricerca in termini di popolazione, interventi, comparatori, risultati e progetti di studio. Per la progettazione e la reportistica, attenersi alle linee guida per la segnalazione nel proprio campo (ad es. PRISMA, Cochrane, Campbell) e indicare quali linee guida di segnalazione sono state utilizzate nello studio. Se applicabile, includi il diagramma di flusso PRISMA come parte della tua presentazione. Includi informazioni sul finanziamento; se non ci sono finanziamenti specifici per svolgere la ricerca, si prega di indicarlo. Gli articoli sono sottoposti a peer-review, hanno un numero massimo di parole pari a 12.000 e possono comprendere fino a 15 tabelle. Gli autori sono tenuti a pagare una tassa (articolo di tipo A) per pubblicare un articolo di revisione sistematico.

  1. Review

Gli articoli di revisione trattano con una profondità completa quegli argomenti che negli ultimi anni hanno visto un significativo sviluppo o particolari progressi, fornendo una prospettiva equilibrata. Le recensioni devono presentare una panoramica completa dello stato dell'arte (e non devono semplicemente riassumere la letteratura), così come discutere dei seguenti punti: diversa scuola di pensiero o controversie; concetti, problemi e problemi fondamentali; attuali lacune di ricerca; potenziali sviluppi futuri nel campo. Gli articoli di revisione non devono includere materiale non pubblicato (dati non pubblicati / originali, manoscritti presentati o comunicazioni personali) e possono essere rifiutati in revisione o riclassificati, con un ritardo significativo, qualora dovessero includere tali contenuti. Gli articoli di revisione sono sottoposti a peer-review, devono avere un numero massimo di parole pari a 12.000 e possono comprendere fino a 15 tabelle. Gli autori sono tenuti a pagare una tassa (articolo di tipo A) per pubblicare un articolo di revisione.

  1. Mini review

Gli articoli di Mini Review trattano argomenti inerenti una particolare area di indagine corrente e i suoi sviluppi recenti. Offrono un riassunto succinto e chiaro dell'argomento, consentendo ai lettori di aggiornarsi sui nuovi sviluppi e/o concetti emergenti, nonché di discutere sui seguenti aspetti: diversa scuola di pensiero o controversie; attuali lacune di ricerca; potenziali sviluppi futuri nel campo. Le Mini recensioni non devono includere materiale inedito (dati non pubblicati/originali, manoscritti presentati o comunicazioni personali) e, qualora dovessero includere tali contenuti, possono essere rifiutati o riclassificati, con un ritardo significativo dei tempi di pubblicazione. Le mini recensioni sono sottoposte a peer-review, possono contenere un massimo di 3.000 parole e non possono contenere più di 2 tabelle. Ai fini della pubblicazione gli autori sono tenuti a pagare una tassa Tipologia A.

  1. Ipotesi e metodi di studio

Gli articoli di "ipotesi e metodologie di studio" presentano un nuovo argomento, una nuova interpretazione o un nuovo modello inteso a introdurre una nuova ipotesi o una nuova teoria. Questo tipo di articoli dovrebbero fornire quanto segue: una nuova interpretazione dei dati o dei risultati recenti in un'area specifica di indagine; una presentazione accurata di ipotesi o teorie precedentemente poste; l'ipotesi presentata dovrebbe essere verificabile nel quadro delle conoscenze attuali; possono includere dati originali e opinioni e opinioni personali. Gli articoli di Ipotesi e articoli di teoria sono sottoposti a peer review, devono contenere un numero massimo di parole pari a 12.000 e possono comprendere fino a 15 tabelle. Gli autori sono tenuti a pagare una tassa (articolo di tipo A) per la pubblicazione.

  1. Protocollo di studio clinico

Gli articoli che illustrano un protocollo di uno studio clinico documentano la progettazione di una ricerca clinica prospettica. Il protocollo di studio clinico ha lo scopo di facilitare la diffusione di studi in corso e promuovere la trasparenza. Il manoscritto deve essere strutturato come segue: Abstract strutturato (includere il numero di registro della sperimentazione clinica); Introduzione (informazioni di base tra cui letteratura precedente, obiettivi e finalità); - Metodi e analisi (progettazione, selezione / trattamento dei soggetti, metodi di intervento, analisi dei dati); - Discussione; - Etica e divulgazione. La registrazione in un registro clinico pubblico è obbligatoria prima della presentazione del manoscritto e gli autori sono fortemente incoraggiati a seguire le linee guida e la checklist di SPIRIT. I protocolli di studio clinico non sono considerati se altri articoli relativi allo studio sono già stati pubblicati o sottoposti ad un altro processo di revisione. Gli articoli del protocollo di studio clinico sono sottoposti a peer review, hanno un numero massimo di parole pari a 12.000 e possono comprendere fino a 15.

  1. Studio cinico

Gli articoli di sperimentazione clinica descrivono i risultati degli studi interventistici relativi alla salute. Tali studi comprendono studi pilota, studi di sicurezza ed efficacia, studi sugli end point surrogati e studi di proof-of-concept. Gli articoli dovrebbero includere le seguenti sezioni: Abstract strutturato (includente il numero di registro di sperimentazione clinica); Introduzione; Materiali e metodi (incluso lo schema di flusso, ove applicabile, ad esempio il DIAGRAMMA DEL FLUSSO DI CONSUMO); Risultati; Discussione. Tutte le prove cliniche devono essere registrate in un registro di studi pubblici da considerare per la pubblicazione e gli autori sono fortemente incoraggiati ad aderire agli standard di segnalazione CONSORT. Gli articoli di sperimentazione clinica sono sottoposti a peer review, possono contenere massimo 12.000 parole e possono comprendere fino a 15 tabelle. Gli autori sono tenuti a pagare una tassa (articolo di tipo A) di pubblicazione.

  1. Caso clinico

Gli articoli di Case Report sono un resoconto descrittivo di pazienti umani o animali che presentano una diagnosi / risultato inatteso / raro, o un decorso clinico. Verranno presi in considerazione solo i Case Report che rappresentano un significativo avanzamento nello specifico settore di riferimento. I case report dovrebbero includere quanto segue: background; presentazione del caso: per i pazienti umani: età, sesso e occupazione del paziente, presentazione dei sintomi, anamnesi del paziente e qualsiasi storia familiare o sociale pertinente ai risultati clinici; per i pazienti animali: età, sesso e razza dell'animale, l’eventuale presenza di problematiche, la storia dell'animale e tutto quanto vi sia di pertinente per i risultati clinici;  descrizione delle indagini di laboratorio e dei test diagnostici; discussione della fisiopatologia di base e della novità o del significato del caso. Gli autori sono tenuti a ottenere il consenso informato scritto dai pazienti (o dai loro rappresentanti legali) per la pubblicazione. Questo tipo di manoscritto può contenere un massimo di 3.000 parole, con un massimo di 4 elementi di visualizzazione (figure, tabelle o video).

  1. Report dati

I report di dati presentano una descrizione dei set di dati di ricerca. I set di dati devono essere depositati in un archivio pubblico prima della presentazione e resi pubblici al momento della pubblicazione del rapporto. I report di dati includono: riferimenti o descrizione dei metodi utilizzati per raccogliere i dati; informazioni su come i lettori possono interpretare il set di dati; analisi limitata dei dati, per spiegarne meglio la pertinenza e suggerire le vie di ricerca future (facoltativo). I rapporti sui dati non dovrebbero includere: risultati o discussioni; risposte a domande di ricerca specifiche, che dovrebbero essere invece affrontate negli articoli di ricerca originali. I report di dati sono sottoposti a peer-review, possono contenere un massimo di 3.000 parole e possono includere 2 tabelle

 

  1. Policy Brief

I briefs sulla politica sono brevi relazioni che forniscono una valutazione pratica e basata su prove di problemi relativi alle politiche. Questo tipo di articolo fornisce anche opzioni di policy e raccomandazioni attuabili che consentono di utilizzarlo come strumento decisionale. Il manoscritto dovrebbe includere quanto segue: Abstract (fino a 125 parole in formato elenco puntato). Introduzione, Sezioni su opzioni e implicazioni politiche, Raccomandazioni applicabili, Conclusioni. Policy Briefs sono peer-reviewed, hanno un conteggio massimo di 3.000 parole (compresi i sottotitoli) e possono includere fino a 5 tabelle / figure / scatole / barre laterali.

  1. Commento

I commenti sono manoscritti che focalizzano l'attenzione su un documento scientifico di particolare rilievo o forniscono commenti critici su una pubblicazione precedente. Possono contenere un massimo di 1.000 parole, includere solo 1 figura/tabella e devono riportare il seguente titolo: "Commento: titolo dell'articolo originale". I commenti generali sono sottoposti a peer review e dovrebbero essere debitamente motivati, con in genere almeno cinque riferimenti. Non dovrebbero contenere dati non pubblicati o originali. Gli autori che commentano un articolo di Phenomena Journal devono inviare il loro commento come riflessione verso lo stesso Journal e alla peculiarità dell'articolo originale.

  1. Articolo di Opinione

Gli articoli di opinione consentono agli autori di contribuire esprimendo il proprio punto di vista sull'interpretazione di recenti scoperte afferenti a qualsiasi area di ricerca, sul valore dei metodi usati, sui punti deboli e sui punti di forza di qualsiasi ipotesi scientifica. Essi devono avere i seguenti requisiti: non devono contenere dati non pubblicati o originali, devono essere supportati da prova, deve essere pienamente referenziato, deve incoraggiare una discussione costruttiva, deve astenersi da argomentazioni caricate emotivamente. Gli articoli di opinione sono sottoposti a peer review e possono contenere un numero massimo di parole pari a 2.000 e non possono contenere più di 1 figura/tabella. Gli autori sono tenuti a pagare una tassa (articolo di tipo C) di pubblicazione.

  1. Recensione del libro

Le recensioni dei libri devono essere concise ed equilibrate, si tratta di critiche letterarie di una pagina che analizzano il contenuto, lo stile e il merito di un libro pubblicato di recente. Una recensione di un libro dovrebbe riassumere, ma anche valutare e discutere il contenuto del libro alla luce delle attuali esigenze della comunità. Questo tipo di manoscritti sono sottoposti a peer-review, possono contenere un massimo di 1.000 parole e includere 1 figura/tabella, tuttavia non devono contenere dati non pubblicati o originali. Qualsiasi utente registrato di Phenomena Journal può inviare una recensione del libro. Le submission devono riportare come titolo “Book Review: Title of book". Gli autori non sono tenuti a pagare una tassa di pubblicazione.

 

Tabella Riassuntiva

Codice sezione

Nome

Abstract (lunghezza massima)

Figure e/ o tabelle

Manoscritto (lunghezza massima)

Peer-review

Apc

Invio ai database di indicizzazione

01

Editoriale

NO

0

1.000 parole

NO

NO

NO

02

Ricerca originale

350 parole

15

12.000 parole

SI

SI

SI

03

Breve rapporto di ricerca

250 parole

4

4.000 parole

SI

SI

SI

04

Review sistematica

350 parole

15

12.000 parole

SI

SI

SI

05

Review

350 parole

15

12.000 parole

SI

SI

SI

06

Mini review

250 parole

2

3.000 parole

SI

SI

SI

07

Ipotesi e metodi di studio

350 parole

15

12.000 parole

SI

SI

SI

08

Protocollo di studio clinico

350 parole

15

12.000 parole

SI

SI

SI

09

Studio clinico

350 parole

15

12.000 parole

SI

SI

SI

10

Caso clinico

350 parole

4

3.000 parole

SI

SI

SI

11

Report dati

NO

2

3.000 parole

SI

SI

SI

12

Policy Brief

125 parole

10

8.000 parole

SI

SI

SI

13

Commento

NO

1

1.000 parole

SI

SI

SI

14

Articolo di Opinione

250 parole

1

3.000 parole

SI

SI

SI

15

Recensione del libro

NO

1

1.000 parole

NO

NO

NO

 

Spese di pubblicazione

Per permettere di mantenere uno standard di pubblicazione elevato ed al contempo di rendere tutti gli articoli Open Access, in modo da poterli leggere e diffonderli nella comunità scientifica rendendoli utilizzabili da chiunque nel mondo, Phenomena HUB e Marp Edizioni, in qualità di editore Gold Open Access, compensano tutti i costi associati al servizio di pubblicazione di alta qualità tramite Article Processing Charges (APC): gli articoli accettati per la pubblicazione dai nostri redattori in seguito ad una rigorosa double blind peer review comportano una tassa di pubblicazione a carico degli autori, istituzioni o finanziatori.

Tipi di articoli

Offriamo una gamma di tipologie di articoli per supportare in modo ottimale le nostre diverse comunità scientifiche nella pubblicazione dei loro risultati di ricerca.

  • Articoli di tipo A: Ricerca originale, Breve rapporto di ricerca, Review sistematica, Review, Mini review, Ipotesi e metodi di studio, Protocollo di studio clinico, Studio cinico, Caso clinico, Report dati, Policy Brief, Commento, Articolo di Opinione;
  • Articoli di tipo B: Editoriale, Recensione del libro.

Spese di elaborazione degli articoli per rivista

Si prega di consultare la tabella sottostante per informazioni sugli APC di Phenomena Journal, che variano a seconda della tipologia di articolo. Per specifiche descrizioni del tipo di articolo, fare riferimento alla pagina del tipo di articolo, un elenco dei diversi tipi è fornito sotto la tabella.

 APC Phenomena Journal

Articoli di tipo A : APC €50,00 P.P. 

Articoli di tipo A: APC Soci Phenomena Hub APS € 30,00 P.P.

Articoli di tipo B: FREE

 

CITAZIONI

Nella proposta i riferimenti vanno inseriti attenendosi ai criteri APA, ovvero tra parentesi quadre con i numeri. Alla fine dell'articolo,  le citazioni non vanno elencate in ordine alfabetico ma in ordine di comparsa. Per esempio: 

Testo

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua.[1] Ut enim ad minim veniam, quis nostrud exercitation ullamco laboris nisi ut aliquip ex ea commodo consequat. Duis aute irure dolor in reprehenderit in voluptate velit esse cillum dolore eu fugiat nulla pariatur. Excepteur sint occaecat cupidatat non proident, sunt in culpa qui officia deserunt mollit anim id est laborum. [2]"

Bibliografia

[1] Ipsum, L. (2010). Lorem ipsum. In Proceedings of the 1st International Workshop on.

[2] Wilson, R. F. (2001). HTML E-mail: text font readability study. Web Marketing Today1.

Inoltre gli autori, prima di inviare una Proposta, devono assicurarsi di aver indicato il codice DOI - ove esistente - di ogni singolo articolo segnalato nei riferimenti bibliografici. Per rintracciare i codici DOI, è sufficiente cliccare sul link www.medra.org/en/search.htm e seguire le istruzioni in default. In alternativa, gli autori, possono effettuare una ricerca tramite Google.

ISTRUZIONI PER LA REVISIONE ALLA PARI  

Introduzione 

Gli obiettivi principali della revisione tra pari sono decidere se pubblicare o meno un articolo (basato sulla qualità e la pertinenza del giornale) e migliorare l'articolo prima della pubblicazione. Per prima cosa, tutti i contributi vengono sottoposti a un processo di revisione interna alla pari. Un editor scientifico incaricato prende una decisione iniziale di accettare o rifiutare il manoscritto (ad esempio, l'argomento non rientra nell'ambito del diario, difetti importanti nella validità scientifica, ecc.). Se l'editor scientifico ritiene che l'articolo possa essere di interesse, viene inviato per un primo round di revisione a doppio cieco. I revisori vengono selezionati per area di competenza (i revisori che concedono recensioni di alta qualità entro il tempo richiesto sono preferiti). Il comitato editoriale viene consultato frequentemente. Una volta che le recensioni sono state ottenute, l'editor scientifico prende una decisione considerando le critiche e le raccomandazioni dei revisori e altri fattori come la rilevanza per gli obiettivi del Journal e l'utilità per i clinici o i ricercatori. 

POLITICHE DI AUTOARCHIVIAZIONE

Firmando la liberatoria per la pubblicazione gli autori mantengono i diritti di autoarchiviazione. Di seguito sono riportate le caratteristiche importanti della politica di autoarchiviazione della rivista:

  1. Gli autori possono depositare l’articolo pubblicato su Phenomena Journal sui loro siti web personali, i repository della loro istituzione o qualsiasi repository non commerciale per uso personale, uso istituzionale interno o per pubblicazione accademica consentita. Però deve essere dato un riconoscimento alla fonte originale di pubblicazione e deve essere inserito un collegamento all'articolo pubblicato sul sito web della rivista / editore.

  2. Il collegamento alla fonte originale di pubblicazione dovrebbe essere fornito inserendo il numero DOI dell’articolo nella seguente frase: "Il manoscritto pubblicato è disponibile su Phenomena Journal = [inserire DOI]. "

  3. Non vi è alcun embargo sull'archiviazione degli articoli pubblicati. Agli autori è consentita la deposizione di tali articoli su archivi istituzionali, non commerciali e siti web personali immediatamente dopo la pubblicazione sul sito web della rivista.


SELEZIONE DEI REVISORI

I revisori sono selezionati in base al loro background ed esperienza in alcuni aspetti della materia. I revisori più desiderabili identificano i punti di forza e di debolezza del documento presentato e lo analizzano da diversi punti di vista. Ai revisori viene chiesto di leggere e analizzare il manoscritto assegnato e fornire un parere scritto sulla sua qualità, novità, pertinenza e idoneità per la pubblicazione su Phenomena Journal. I revisori peer review danno anche suggerimenti per aiutare gli autori a migliorare l'articolo. I revisori non devono solo analizzare e commentare il documento, ma anche fornire opinioni sulla chiarezza e qualità della scrittura, validità dell'approccio scientifico e se l'articolo fornisce nuove informazioni.

 

LIBERATORIA PER LA PUBBLICAZIONE

Gli autori, dopo aver ricevuto il parere favorevole dei revisori in merito alla loro proposta, saranno contattati dalla nostra redazione per firmare la liberatoria per la pubblicazione.

LINEE GUIDA ETICA PER I REVISORI

Quando un revisore selezionato accetta un incarico di peer review, il revisore accetta implicitamente gli standard etici comunemente accettati nella pubblicazione biomedica. Le linee guida etiche per revisori, autori ed editori sono riportate dal Comitato internazionale degli editori di riviste mediche nei "Requisiti uniformi per manoscritti inviati alle riviste biomediche" disponibili I revisori per i fenomeni devono accettare di: - Produrre una revisione il più accurata e obiettiva possibile - Rispetta la scadenza del redattore. - Considerare con innovazioni di apertura mentale o approcci diversi da quelli della propria. - Fornire una critica equilibrata mirata non solo a identificare i punti di forza e di debolezza della carta, ma anche a fornire un utile feedback agli autori per migliorare il loro manoscritto, senza essere eccessivamente critico nei punti minori. - Evitare comportamenti scientifici scorretti quali l'appropriazione indebita di proprietà intellettuale. Ogni il manoscritto deve essere trattato come un documento estremamente confidenziale. La privacy di le idee degli autori devono essere sempre garantite. - Commenti diretti sulle preoccupazioni etiche in modo confidenziale agli editori. Contattare un autore con domande sul manoscritto non è permesso. Tutte le recensioni, compresa la seconda, devono essere riportato nella critica scritta. - Dichiarare qualsiasi conflitto di interessi (reale o percepito) identificato con l'editore prima della fine della revisione. Non tutti i potenziali conflitti richiedono un rifiuto. I revisori sono incoraggiati a discutere potenziali conflitti con i redattori se ritengono di poter fornire una revisione equa. - Rifiuta un incarico se sono presenti i seguenti conflitti: interessi finanziari (ad es. Pagati consulenze, partecipazioni azionarie), significative relazioni o rivalità professionali o personali, antipatia nei confronti della domanda / approccio dello studio, affiliazioni di interesse politico o speciale (ad esempio convinzioni religiose o profonde che sono in conflitto con l'argomento del manoscritto).


LINEE GUIDA PER I REVISORI

I potenziali revisori sono contattati via e-mail, che contiene il titolo del manoscritto, l'abstract e la scadenza dell'assegnazione. Il revisore selezionato accetta o rifiuta l'incarico entro 7 giorni. La mancata risposta entro il tempo prescritto sarà trattata come un rifiuto implicito. È accettabile proporre una scadenza estesa quando la scadenza stabilita (di solito 4 settimane dalla data di accettazione dell'attività) non può essere soddisfatta. I revisori selezionati di solito hanno una vasta esperienza come membri di facoltà, ricercatori e autori pubblicati. A volte vengono selezionati i revisori di altre aree specifiche. Questa selezione è sempre ben congegnata e incoraggiamo i potenziali revisori a prendere in considerazione l'incarico se possono dare un contributo ad alcuni aspetti del lavoro. I seguenti punti devono essere forniti dai revisori nella risposta scritta: - Panoramica generale - Critica organizzata - Valutazione dei punti di forza e debolezza: si dovrebbe valutare quanto segue: Letteratura la revisione è aggiornata; I metodi sono allineati allo scopo di studio o alle domande di ricerca; metodi descritto in dettaglio sufficiente e appropriato; L'approccio alla progettazione o allo studio della ricerca è adeguato; L'approccio all'analisi dei dati è appropriato; Considerazione riflessiva data al limiti di studio; Il manoscritto fornisce nuove informazioni che potrebbero interessare al nostro lettori. -Possibili miglioramenti - Aree con affetto comune: i revisori devono prestare attenzione: titolo, abstract, tabelle e figure, riferimenti. Decisione finale dell'editore Dopo che il processo di revisione tra pari è terminato e un numero adeguato di revisioni è stato ricevuto, l'editore assegnato prende la decisione finale sul manoscritto (accettare, invitare una revisione o rifiuto) sulla base di una considerazione di tutti i commenti del revisore, della critica generale, e altri fattori esterni (ad esempio l'articolo è coerente con lo scopo del Journal, articoli simili pubblicati di recente, numero di articoli accettati in attesa di pubblicazione, potenziale impatto dell'articolo, ecc.). Gli editor possono consultarsi reciprocamente al momento di prendere una decisione. Una decisione che riassume le opinioni di editor e revisori sarà inviata all'autore corrispondente.

 LIBERATORIA PER LA PUBBLICAZIONE DEI NOMI

I revisori, dopo aver dato parere favorevole alla proposta assegnata, saranno contattati dalla nostra redazione per firmare la liberatoria per la pubblicazione dei loro nomi sulla prima pagina dell'articolo.

DICHIARAZIONE DEI DIRITTI UMANI E ANIMALI Tutti i documenti inviati alla nostra rivista dovrebbero dichiarare l'accordo con la seguente "dichiarazione dei diritti umani e degli animali". Nessun documento mancante verrà preso in considerazione per la pubblicazione. Le carte che descrivono le procedure che coinvolgono esseri umani o animali devono includere una dichiarazione esplicita e facilmente identificabile che evidenzi che le procedure seguite erano conformi agli standard etici della commissione responsabile per la sperimentazione umana (istituzionale e nazionale) e alla Dichiarazione di Helsinki del 1975, riveduta nel 2000 e nel 2008. Se esiste qualche dubbio sul fatto che la ricerca sia stata condotta in conformità con la Dichiarazione di Helsinki, gli autori devono, in primis, spiegare le ragioni del loro approccio, e quindi dimostrare che il comitato etico istituzionale ha esplicitamente approvato gli aspetti dubbi dello studio. Nel riportare esperimenti sugli animali, gli autori devono indicare che sono state seguite le linee guida istituzionali e nazionali per la cura e l'uso degli animali da laboratorio

Informativa sulla privacy

I nomi e gli indirizzi email inseriti in questo sito della rivista saranno utilizzati esclusivamente per gli scopi dichiarati e non verranno resi disponibili per nessun altro uso.